Connettiti con noi

Cerveteri e Ladispoli News

Kitesurfer risucchiato da un elicottero sulla spiaggia di Ladispoli, il testimone: ”Ho visto tutto”

Pubblicato

il

Kitersurfer risucchiato da un elicottero militare a Ladispoli

Ladispoli. Un evento impensabile, una tragedia sfiorata per un soffio, accaduta a Ladispoli qualche anno fa, e che ora aspetta di avere una sentenza decisiva da parte del tribunale. Chi ha assistito all’incidente dichiara: ”Ho visto io quell’elicottero risucchiare via il kitesurfer che era entrato in acqua e lo dirò davanti al giudice a Civitavecchia” – sono le parole riportate da il Messaggero di Santino Esigibili, titolare di una struttura ricettiva nella zona di Torre Flavia, che ha visto l’incidente avvenuto il 3 ottobre del 2018, a Ladispoli, qualche minuto prima delle 15.00. Anche lui, domani, sarà in aula per la seconda udienza del processo legato allo sportivo Alessandro Ognibene, l’uomo, ora 53enne, che ha seriamente rischiato di perdere la vita in spiaggia.

Ladispoli, non risponde alle chiamate del figlio: 80enne trovato morto in casa

Il super testimone per la vicenda di Ladispoli

Il testimone è chiave, perché potrebbe anche mettere in seri guai gli imputati, e cioè i due piloti del velivolo pesante Boeing CH-47 Chinook e l’ammiraglio della Marina, che era a capo delle esercitazioni sul litorale nord, a processo per lesioni colpose. Le sue parole non sembrano lasciare margini di dubbio: ” Mi trovavo nel locale – dichiara Esigibili – e la scena è ancora impressa nella mia mente. Gli elicotteri volavano a bassa quota sopra al mare e uno di quelli ha aspirato la persona rimasta poi gravemente ferita. I piloti hanno proseguito il loro viaggio. Ricordo che successivamente è atterrata l’elimbulanza”. Ma non è l’unico, perché ci sarebbero altri 3 testimoni pronti a dare la stessa versione sulla terribile vicenda. Erano tutti sull’arenile di Torre Flavia quel giorno, tra cui una guardia giurata, un impiegato del comune di Ladispoli e un pescatore. In udienza presso il giudice di pace di Civitavecchia ci saranno anche loro. E, ovviamente, anche i legali della difesa, che continuano a sostenere la testi del «colpo di vento» e sul fatto quindi che Alessandro Ognibene «non sia stato risucchiato dal Chinook». Sul caso, per le indagini, c’è la Capitaneria di porto di Civitavecchia e Ladispoli. Qualche tempo fa intervennero, però, anche la Nato e il ministero della Difesa. 

Ladispoli, schiamazzi, rifiuti e bottiglie abbandonate a terra: chiuso un minimarket grazie alle segnalazioni dei cittadini

Cosa è successo quel giorno: la storia

Alessandro Ognibene, il kitersurfer coinvolto nell’incidente, sarebbe stato risucchiato in aria da un elicottero Chinook dell’esercito durante un’esercitazione. Ci furono ben 5 udienze saltate, poi il processo era iniziato l’11 ottobre. L’esercitazione di quel giorno era stata battezzata ”Notte scura”, tuttavia era di giorni che gli elicotteri andavano da una parte all’altra del litorale. Durante uno di questi spostamenti, ecco che il 3 ottobre 2018, intorno alle 15.00 uno dei potenti Chinook impegnati in un addestramento interforze della Nato, finì per risucchiare un kitesurfer romano nella zona di Ladispoli. La doppia elica di cui era munito il potente velivolo lo trascinò a un’altezza di dozzina di metri, per poi lasciarlo rovinare sulla sabbia. Una caduta rilevante, che gli provocò seri danni e lesioni gravi. La vittima dell’incidente fu trasportato d’urgenza al Policlinico Gemelli e ancora oggi sente dolori a causa di quel trauma. Ora, Alessandro Ognibene, romano di 53 anni, odontotecnico, spera che venga fatta giustizia dopo tutti questi anni, e dopo tanti slittamenti in tribunale. «Dopo sei rinvii – dichiara Ognibene – speriamo finalmente che questa udienza abbia luogo. Una volta è saltata per l’emergenza sanitaria, quella successiva per il pensionamento di un giudice, poi per un errore dell’atto di notifica della cancelleria. Aggiungiamo un imputato con il Covid e uno sciopero degli avvocati, alla fine il processo non è mai iniziato. Ma da quel giorno la mia vita è cambiata.”

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy