Home News Cronaca Roma, 19 anni dalla strage di via Ventotene: l’esplosione di gas che...

Roma, 19 anni dalla strage di via Ventotene: l’esplosione di gas che coinvolse 6 palazzi

9.38 del mattino, via Ventotene: il quartiere di Montesacro ricorda l'esplosione dovuta ad una fuga di gas metano

Diciannove anni fa in via Ventotene, nella zona di Montesacro, un’esplosione provocata da una fuga di gas sconvolse l’intero quartiere. Le vittime sono state otto, donne e quattro Vigili del Fuoco, l’esplosione coinvolse sei palazzi

Leggi anche:  Il piano-sgomberi che vuole sfrattare il campo dei giostrai di San Basilio: lì da più di trent’anni

Era il 27 novembre 2001, quando un forte boato, alle 9.28 di mattina, scosse l’intero quartiere di Montesacro, tanto che oggi nessuno lo ha dimenticato. La via Ventotene è entrata nella memoria dei romani come il viale della “strage“, avvenuta per una violenta esplosione di gas metano

Il perché dell’esplosione 

L’esplosione coinvolse sei palazzine, fece otto vittime e lasciò centinaia di persone senza una casa. Un’esplosione però che si sarebbe potuta evitare, sarebbero bastati dei controlli o una valutazioni migliore del rischio. Tantissime furono infatti le chiamate, avvenute nei giorni precedenti, alla compagnia Italgas di persone preoccupate per il forte odore di metano. 
Purtroppo però i tecnici arrivarono tardi: quella mattina, assieme ai Vigli del Fuoco. 

Leggi anche:  «Io, rapinata, massacrata di botte e violentata sotto la minaccia di un coltello nella giornata contro la violenza sulle donne»

Erano passati poco meno di tre mesi dall’attentato alle Torri Gemelle di New York, e al suono di quel forte boato tutti reagirono con spavento, alcuni hanno sofferto di stress post-traumatrico. Il numero complessivo di persone coinvolte fu 750, per un totale di 400 nuclei familiari
Il quartiere offrì sostegno e aiuti all’intera comunità, 120 persone furono ospiti degli hotel del quartiere, 230 invece furono assistite dalla parrocchia del Cristo Redentore. Chiesa in cui si sono svolti i funerali delle otto vittime. 
Seppur diciannove anni sono passati da allora, il quartiere di Montesacro ha ancora impresso dentro di sé quel boato lancinante. 

Leggi anche:  Riapertura scuole dal 9 dicembre, anche di domenica: le regioni bloccano l’Azzolina