Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, il Campidoglio prova a fermare i cinghiali: recinti nei parchi per non farli passare

Pubblicato

il

I Cinghiali a Roma

Roma. Tutti i cittadini devono rispettare le Ztl, anche quelli ”acquisiti” e naturalizzati da tempo, ovviamente. Come i cinghiali capitolini, che ormai hanno pienamente raggiunto la cittadinanza onoraria, dopo anni e anni di convivenza sul suolo della Capitale. Per questo arriva una sorta Ztl ad hoc pensata anche per loro. La differenza consiste nel fatto che per loro i varchi saranno chiusi h24, al fine di evitare tutte quelle scene a cui abbiamo assistito in anni e anni di convivenza più o meno pacifica con questi inquilini della città. Tra parti, passeggiate, allattamenti in strada e incursioni improvvise. 

Reti strategiche per contenere l’incursione in città dei cinghiali

Il Comune di Roma le sta provando tutte, e da tempo: l’ultima trovata, ora, è quella delle Ztl, o meglio della messa in campo di reti a ridosso delle aree verdi che possano contenerne gli spostamenti continui. Un fermo strategico per quei varchi che questi animali usano praticamente tutti i giorni per andarsene a spasso. Di fatto, già nell’incontro tenutosi al Campidoglio in data 23 febbraio, si era discusso a lungo su come poter arginare il problema. Con questo scopo, si è dunque concluso il progetto di contenimento che ha visto anzitutto l’individuazione strategica dei corridoi che gli animali impiegano per arrivare in città. 

Leggi anche: Roma, bestiario Capitale: ora i cinghiali si riproducono e allattano in mezzo al traffico (VIDEO)

Un primo passo verso una risoluzione del problema?

«L’obiettivo è tenere comunque i cinghiali nei parchi, perché vogliamo evitare la pratica dell’anestesia, oggi l’unica possibile quando arrivano in città. La cattura con le gabbie è pericolosa e di difficile gestione – dichiara l’assessore all’Ambiente, Sabrina Alfonsi – Questa manovra è un primo passo. Già questa settimana iniziamo a mettere le reti».

Le zone interessate dalla misura a Roma

Al momento, secondo ciò che trapela dal tavolo del progetto, i varchi strategicamente muniti di rete contenitiva saranno a Sant’Andrea (Casale Sansoni), Ottavia (Via Ireneo Affò), via Gaetano Bottari, Acquatraversa (Via Augusto Conti, via Rosa Gattorno, via delle Benedettine), Sant’Onofrio (via Siro Corti, via Pietro Paolo Vergerio, via Giuseppe Taverna), via Anton Francesco Doni, Monte Arsiccio Insugherata (Via Domenico Ciampoli, Via Silvio Antoniano), Colle Sant’Agata (Via Paolo Emilio Castagnola, Via Basilio Puoti, via Giulia Molino Colombini) e in zona Cortina d’Ampezzo. Le chiusure ci saranno anche presso gli accessi di Balduina a Parco del Pineto (Via Marcello Casale de’ Bustis, via Eugenio Frate, via Papiniano, pianoro Proba Petronia).

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy