Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, il Tar accoglie il ricorso del Codacons: niente più buche in strada entro i prossimi 6 mesi

Pubblicato

il

Buche in strada e sicurezza stradale, il Comune di Roma ha 6 mesi di tempo per effettuare le necessarie migliorie: la decisione del Codacons

Roma. Strade senza buche, messa in sicurezza degli incroci e delle arterie maggiormente pericolose della città, abbattimento delle barriere architettoniche, interventi su veicoli e infrastrutture.

Sembra un sogno ma da qui ai prossimi sei mesi l’adozione di queste misure per il miglioramento della sicurezza stradale e non solo, potrebbe divenire la concreta realtà. A stabilirlo il Tar del Lazio che ha accolto un ricorso del Codacons. 

Leggi anche: Risarcimento danni vaccino Covid, il Codacons avvia la prima azione per danni: come funziona e come partecipare

Il ricorso del Codacons contro Roma Capitale

Il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori aveva  presentato un’azione legale contro l’amministrazione del comune di Roma Capitale proprio a per via della presenza delle buche in strada.

Ma non solo. Il Campidoglio dovrà inoltre intervenire per agevolare gli spostamenti dei cittadini, soprattutto quelli disabili che devono quotidianamente fare i conti con una città e con dei mezzi di trasporto ostili, dove le barriere architettoniche non mancano, purtroppo. 

Le tempistiche e i provvedimenti

Sono 180 i giorni, ovvero sei mesi dei quali Roma Capitale dispone per mettere in atto i provvedimenti per agevolare la mobilità delle persone disabili nonché effettuare le opportune migliorie sulla sicurezza stradale. In merito a quest’ultimo aspetto ne sono un esempio concreto gli interventi sulle infrastrutture, la messa in sicurezza degli incroci e più in generale le arterie cittadine più trafficate e troppo spesso protagonisti di drammatici incidenti. 

Il commento del Codacons

“Un clamoroso successo, da anni portiamo avanti la battaglia contro le buche stradali a Roma. Il comune sarà costretto a rispettare gli impegni presi, mettendo in sicurezza le strade e garantendo la mobilità degli utenti gravemente compromessa dalla disastrosa situazione dell’asfalto della città”. 

Queste le parole del Codacons a seguito della decisone del Tar. Sarà la volta buona per mettere nel dimenticatoio almeno una parte delle problematiche che affliggono la città? 

Leggi qui la sentenza.

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy