Connettiti con noi

Cronaca di Roma

Roma, chiuso stabilimento industriale per gestione dei rifiuti pericolosi senza autorizzazioni

Pubblicato

il

Controlli Polizia Locale

La Polizia Locale di Roma Capitale, ha chiuso in queste ore uno stabilimento industriale dove avveniva una gestione illegale di rifiuti pericolosi. I Vigili Urbani, nelle operazioni di contrasto alle discariche abusive sul territorio capitolino, indagavano sull’attività da diversi mesi, immortalando anche i momenti salienti dove i titolari dell’attività imprenditoriale gestivano quei particolari scarti in maniera non regolare e soprattutto senza autorizzazioni. 

La chiusura dello stabilimento industriale a Roma

La chiusura del polo industriale da parte della Polizia Locale capitolina, è avvenuta nel XIII Municipio. Sullo specifico caso, le indagini per diversi mesi sono state condotte dallo Spe, ovvero la squadra dedicata alla Sicurezza Pubblica Emergenziale. Qui, i vigili hanno trovato uno stabilimento industriale, che senza license e in maniera totalmente illegale, gestiva rifiuti, anche pericolosi, all’interno dei propri spazi industriali. 

Gli agenti della Polizia Locale, hanno deciso di chiudere lo stabilimento industriale e sequestrare un ingente quantitativo di rifiuti pericolosi, che venivano gestiti in maniera illegale da parte dell’attività imprenditoriale. A gestire il business dei rifiuti pericolosi, il titolare dell’attività. Si tratta di un uomo di 48 anni, che privo di qualsiasi autorizzazione in corso di validità, tratta i famosi rifiuti pericolosi all’interno dei suoi locali industriali. 

Per il soggetto, è arrivata una denuncia per violazione delle normative ambientali. Inoltre, è stato denunciato anche per la violazione delle procedure di sicurezza per i propri lavoratori e per la violazione delle normative a tutela della salute pubblica. Dopo il blitz effettuato dalla Polizia Locale, all’interno dello spazio sono stati trovati rottami di vario tipo. Oltretutto, tra i rifiuti individuati anche batterie e oli esausti, ciclomotori fuori uso, motoveicoli, componenti di autoveicoli, apparecchiature elettriche ed elettroniche dismesse, rottami ferrosi e non ferrosi e imballaggi metallici. Gli operanti stanno proseguendo le indagini per ricostruire la  filiera clandestina di provenienza e destinazione dei rifiuti, conferiti nello stabilimento da terzi,  con autocarri e furgoni , la cui tracciabilità è  al vaglio degli inquirenti.

Roma, ambulanza si ribalta dopo scontro con un auto sulla Bufalotta: ferito un ragazzo

 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy