Connettiti con noi

Circeo, Gaeta, Fondi e Terracina

Ubriaco da in escandescenze e tira fuori il coltello in un pub: aggrediti anche gli agenti

Pubblicato

il

estorsioni roma

Terracina. All’improvviso aveva estratto un coltello davanti a tutti, e aveva iniziato ad agitarlo in aria con fare minaccioso: il soggetto era sotto effetto di alcool e non controllava perfettamente i suoi gesti. Qualcosa gli aveva fatto scattare il nervo, e tutti i giovani presenti avevano temuto il peggio quella notte.

27enne ubriaco pianta un coltello sul tavolo

Un 27enne di Terracina nella notte del 24 aprile scorso, in evidente stato di alterazione dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, era finito nel mirino delle forze dell’ordine per aver estratto un coltello di notevoli dimensioni e averlo piantato con irruenza sul tavolo di legno di un locale, un pub per la precisione, sito nel cuore della movida di Terracina, creando allarme, paura e scompiglio tra la folla di giovani presenti. 

Leggi anche: Le spiagge migliori per i bambini sono a Terracina: assegnata la Bandiera Verde dei pediatri

L’intervento degli agenti sul posto

Immediato, poi, fu l’intervento degli agenti che riuscirono a immobilizzare e a rendere inoffensivo il soggetto, non senza difficoltà, dal momento che il soggetto continuava a ribellarsi, scagliando calci e pugni anche verso gli agenti intervenuti. Il ragazzo fu arrestato in quella occasione. Ma non si tratta di certo di un fenomeno isolato: la malamovida negli ultimi tempi è diventato un vero e proprio problema, non solo nella zona ma in tutto il Paese.

Il fenomeno della ”malamovida” e il nuovo decreto sicurezza

Sempre di più si sente parlare di fenomeni criminosi che avvengono nel cuore del fine settimana, durante le ore di relax e festeggiamenti, tra alcool che scorre a fiumi e disinibizione più totale. Nei confronti del 27enne, nello specifico, ora viene emanato anche un DASPO urbano in ottemperanza alle nuove disposizioni introdotte dall’ultimo “Decreto Sicurezza” riguardanti il mondo della movida e dei locali pubblici.

Il divieto e le sanzioni

Scatta così il divieto, per il periodo di un anno, di frequentare locali pubblici o aperti al pubblico destinati alla somministrazione di alimenti e/o bevande quali pub, taverne, bar e ristoranti nonché locali di pubblico intrattenimento quali discoteche, locali notturni, locali da ballo, ed affini ricadenti nell’area della c.d. movida del Comune di Terracina (LT). In caso di violazione i destinatari rischiano la reclusione da 6 mesi a 2 anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro. Si tratta di strumenti di sicurezza che mirano a garantire un’attività ricreativa contenuta e all’insegna della sicurezza sul territorio. 

 

Tutte le Ultime Notizie dalla provincia di Roma e dall'Italia aggiornate in tempo reale: Cronaca, Politica, Attualità, Sport ed Eventi.
Il Corriere della Città è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Velletri n. 19 del 24/09/2009
Contattaci: redazione@ilcorrieredellacitta.it | Preferenze Privacy